martedì 25 ottobre 2016

Paolo Pagani Eventi: Viscom Milano 2016




Giunto alla sesta edizione, il concorso dedicato ai materiali per il punto di vendita si avvarrà di una giuria popolare e di una giuria tecnica, per valutare le soluzioni espositive: nelle categorie POP durevole e non durevole, digital signage, shop fitting retail design e pakaging. Appuntamento dal 13 al 15 di Ottobre a Visco.





Il touchpoint diventa multibusiness Un interessante progetto per interfacciarsi in modo diverso con il consumatore è il corner multibusiness adottato da Coop Alleanza 3.0. Si tratta di un punto di contatto molto forte posto all’interno del punto vendita per dare evidenza a tutte le sfaccettature del mondo cooperativo. Coop Alleanza 3.0 è la nuova realtà cooperativa frutto della fusione di Coop Adriatica, Coop Estense e Coop Nord-Est. Con i suoi 2 milioni e 700 mila soci, è tra le più rilevanti realtà del sistema Coop, principale catena distributiva italiana e, insieme, grande organizzazione di consumatori. Il corner multibusiness segue una logica sia informativa, con palinsesti diversi per ogni punto vendita, sia dispositiva, consentendo di fare transazioni, come per esempio il prelievo di denaro e la stipula di contratti per l’erogazione di energia elettrica. Il progetto è stato portato avanti da più società specializzate nei diversi ambiti di competenza, tra le quali Square Reply con un’innovativa soluzione per la gestione dei contenuti digitali.






ELEMENTARIA METTE IN MOSTRA  LA MATERIA INNOVATIVA  ALLA SUA SECONDA EDIZIONE, LA MOSTRA DEDICATA A TRASFORMATORI DI RAW MATERIAL SI SVOLGERÀ DAL 13 AL 15 DI OTTOBRE 2016 A FIERAMILANO ALL`INTERNO DI VISCOM PER ATTIRARE L`ATTENZIONE DEL MERCATO VERSO LE AZIENDE PRODUTTRICI DI MATERIE PRIME DI ORIGINE POLIMERICA, CARTOTECNICA, LIGNEA, METALLICA CHE RIFORNISCONO I PRODUTTORI DI DISPLAY.

TEMA DEL 2016:  IL FOOD&BEVERAGE




L`attacco del Manifesto di Elementaria, a titolo descrittivo, recita che si tratta di: “una mostra di prototipi di hi design concepita per presentare un nuovo modello di business versato alla produzione di display e di arredi espositivi per l`industria di marca”. Protagonisti di questa rassegna sono i produttori/trasformatori di Raw Material come fornitori di materie prime per la produzione di dispositivi di comunicazione fisici. Spiega il curatore della mostra, il designer Marco Maggioni: «Sull`onda lunga di Expo 2015 quest`anno il concept verterà sul Food&Beverage»Come l`anno scorso una decina di aziende del mondo dei raw material metterà a disposizione di una squadra di designer la materia grezza, quest`anno per lo sviluppo di strumenti utili alla presentazione, alla somministrazione e alla degustazione di prodotti alimentari». La fase progettuale è in corso quindi  l`appuntamento per vedere in prima persona i prototipi realizzati è per il prossimo Viscom nella 3 giorni fieristica di Fieramilano che, alla mostra, dedicherà una spazio di un centinaio di metri quadrati. In buona sostanza la mostra si svolgerà su due binari paralleli. Il primo, improntato alla presentazione dei prototipi realizzati con le materie prime fornite dai trasformatori. Il secondo, funzionale alla creazione di una “materioteca“, per costituire una vera e propria esposizione di materie prime innovative e in particolare biopolimeri e terre rareI trasformatori provenienti di questo settore, con Elementaria,  avranno quindi occasione di raccontare al pubblico professionale della fiera, le caratteristiche di nuovi materiali ancora mai impiegati sul mercato. «Da sempre -spiega Maggioni- la scienza dei materiali ha rappresentato un campo di innovazione per il mercato della comunicazione e del design». In più Elementaria 2016 avrà l`obbiettivo di lanciare sul mercato prototipi dall`alto valore prossemico, ergonomico e comunicazionale». Questi nuovi materiali espositivi infatti saranno realizzati per trovare un`applicazione concreta a favore di quei player dell`industria di marca che vogliano avvalersi di strumenti per la comunicazione visiva soprattutto sul canale retail.





Nasce Paolo Pagani Designer Magazine






Architetto e Industrial Designer ha maturato competenze specifiche anche nel Colour Design. Per quindici anni responsabile del TDCM (Taipei Design Centre Milano) dipartimento Design e subsidiary del IDB (Industrial Development Bureau) di Taiwan. Da circa vent'anni collabora con aziende e privati per la realizzazione di nuovi prodotti in svariati segmenti industriali. Dotato di una forte competenza specifica nel campo dell'evoluzione dei prodotti industriali ha sviluppato format proprietari per la risoluzione efficiente e ad alta fruibilità, delle problematiche espositive degli esercizi commerciali. In particolare quelli legati ai prodotti farmaceutici (farmacie). 
Le sue brillanti intuizioni, soluzioni, ingegneristico-funzionali risultano spesso brevettabili. Egli stesso ha portato a brevetto alcune soluzioni dinamiche per il settore dell'Iterior Design.